Normazione tecnica volontaria e politica economica nazionale

normativa

Un convegno per discutere con le Istituzioni il ruolo strategico della normazione tecnica volontaria, il 10 novembre a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico

Nel momento in cui il Paese ha bisogno di tutti gli strumenti utili per tornare a essere competitivo, riprendere a crescere e conquistare nuovi mercati, la normazione deve essere riconosciuta come strumento di politica economica e in quanto tale valorizzata dalle Istituzioni.
Purtroppo la situazione attuale non corrisponde agli auspici: ne discuteremo con i principali stakeholder economici (Giorgio Squinzi – Confindustria, Daniele Vaccarino – R.ETE. Imprese Italia, Armando Zambrano – Rete Professioni Tecniche…) e i rappresentanti delle Istituzioni (Massimo De Felice – INAIL, Simona Vicari – Ministero dello Sviluppo Economico, Ignazio Abrignani ed Ermete Realacci – Camera dei Deputati, Manuela Granaiola – Senato…) nel convegno:

Quale ruolo per la normazione tecnica volontaria nella politica economica nazionale?
10 novembre 2015, ore 10.30
Sala degli Arazzi – Ministero dello Sviluppo Economico
Roma, Via Veneto 33

Scopo della normazione è contribuire al miglioramento del sistema socioeconomico, fornendo gli strumenti di supporto all’innovazione e alla competitività: recenti studi quantificano fino al 1% del PIL gli effetti della normazione nei Paesi in cui l’applicazione è consolidata (Germania, Francia, Gran Bretagna).
Inoltre i valori caratteristici della normazione – consensualità, democraticità, trasparenza – rendono le norme espressione di un diritto mite, la cui applicazione si può integrare con la regolamentazione cogente, in una logica di semplificazione, efficacia, efficienza, misurazione e valutazione della performance delle Pubbliche Amministrazioni a vantaggio della Società.

Fare normazione significa definire “come fare bene le cose”: partecipare al convegno è il primo passo!

La partecipazione è gratuita, previa iscrizione on-line all’indirizzo
http://bit.ly/UNI10nov2015 entro il 5 novembre.
Le iscrizioni verranno accolte fino al raggiungimento della capienza della sala.
Per informazioni: direzione@uni.com