Segati di legno: due progetti Commissione Legno UNI

Per aggiornare lo stato dell’arte per l’adeguamento delle esigenze del mercato e i riferimenti normativi, la Commissione Legno propone due progetti, in inchiesta preliminare a partire dal 14 luglio, che trattano i segati di legno.

L’inchiesta pubblica terminerà il 29 luglio prossimo. Sino a quella data è possibile inviare commenti nelle apposite pagine del sito web (vai alla banca dati ). Gli interessati possono inoltre segnalare all’UNI il proprio interesse a partecipare ai lavori di normazione.

Il primo progetto U40006460 “Segati di legno – Determinazione delle tensioni interne”, revisione della UNI 8828 del 1986, specifica un metodo per determinare le tensioni interne in un segato trasversalmente alla fibratura, sia al momento dell’estrazione del provino che residue.

Rappresenta la revisione della UNI 8829 del 1986 il secondo progetto U40006470 “Segati di legno – Determinazione del gradiente di umidità nei segati”, che definisce un metodo per determinare il gradiente di umidità nei segati.

Il beneficio atteso sarà la piena compatibilità delle norme con i disposti delle normative europee correlate.

Ricordiamo che l’inchiesta pubblica preliminare sui due progetti, utile per verificare la rispondenza alle concrete esigenze del mercato, terminerà il 29 Luglio 2014, data entro la quale sarà possibile (secondo le modalità indicate nel box in fondo al messaggio) inviare commenti attraverso le specifiche pagine web sul sito UNI.

Cos’è l’inchiesta pubblica preliminare

L’esigenza di trasparenza del processo di normazione tecnica volontaria si evidenzia in un passaggio fondamentale: l’inchiesta pubblica preliminare, entrata in vigore dal 1° gennaio 2011. Infatti, solo vagliando preventivamente le concrete esigenze del mercato è possibile avviare in maniera utile ed efficace i lavori di normazione, perché lo sviluppo di una norma deve aver luogo solo di fronte a un reale beneficio e individuando tutti i soggetti significativi degli interessi in gioco, in modo che ci sia una “rappresentanza adeguata”.

La banca dati dell’inchiesta pubblica preliminare dei progetti di norma UNI fornisce i riferimenti generali del progetto (titolo, scopo/sommario, giustificazioni, benefici attesi) così da informare tempestivamente il pubblico circa l’intenzione di avviare lavori di normazione in determinati settori o su specifici temi. La banca dati contiene anche i riferimenti dei progetti la cui inchiesta è già scaduta: questo per fornire agli utenti un’informazione più completa sulle attività di normazione che UNI ha proposto o avviato nel corso del tempo.

Questo servizio di informazione offre inoltre la possibilità per i progetti di norma nazionale di inviare commenti e di dichiarare il proprio interesse alla partecipazione ai lavori di normazione sui documenti attualmente in inchiesta, mentre per i progetti di adozione di norme ISO e di rapporti o specifiche tecniche CEN (CEN/TR, CEN/TS) offre la possibilità di segnalare se i documenti già emanati da CEN o ISO, di cui si propone l’adozione, possono rispondere, da un punto di vista tecnico, alle esigenze nazionali.